4 erbe della tradizione compagne dei viaggi d’estate

Si avvicina il momento di partire per le vacanze. E in valigia c’è sempre un po’ di spazio per qualche tisana o qualche rimedio. Se non ci avete pensato, ci sono alcune piante che possono essere degli ottimi aiuti anche quando affrontiamo un viaggio.
Senza pensare a mete esotiche in terre lontane, che richiedono una preparazione attenta, un viaggio a poche centinaia di chilometri ci porta comunque in ambienti nuovi e cambiamo facilmente alimentazione. Di conseguenza non è sempre facile digerire bene. Qualche lentezza o gonfiore, insomma qualche piccolo fastidio.

Ecco qui 4 semplici aiuti che provengono dalla nostra tradizione mediterranea e sono ottimi infusi per favorire una buona digestione. Si tratta di erbe aromatiche ben conosciute di cui forse non si apprezzano abbastanza le virtù:

Rosmarino (Rosmarinus officinalis): le foglie sono ricche di antiossidanti. Vengono usate da sempre in cucina per migliorare il sapore e rendere più digeribili i cibi. Sostiene la digestione perché aiuta il fegato.

Malva officinalis: le foglie sono ricche di mucillagini, di conseguenza utile per chi, quando è in viaggio tende, ad avere qualche rallentamento a livello intestinale.

Salvia officinalis: le foglie svolgono un’azione anti-fermentativa, favoriscono dunque la digestione ed evitano gonfiori.

Alloro (Laurus nobilis): anche le foglie d’Alloro sono molto usate in cucina dove svolgono già il loro compito di migliorare la digestione di alcuni cibi (per esempio i legumi). Una foglia tenuta in infusione pochi minuti può però essere un aiuto in più se si sente lo stomaco pesante e gonfiori addominali.

In taglio tisana possono essere facilmente reperibili in ogni erboristeria oppure portate con sé, senza appesantire il bagaglio, e messe in infusione al bisogno.

Lascia un commento