Malanni di stagione!

Tra la fine dell’anno e l’inizio di quello successivo, entrati ormai nella stagione invernale, entriamo anche nel periodo per eccellenza di influenze e raffreddori. Grazie a un’attenta preparazione naturopatica è possibile per molti non prendersi nessun malanno o almeno avere una sintomatologia ridotta e una pronta risoluzione.

Tra i fastidi più importanti di questi mali di stagione vi è l’eccesso di muco che può manifestarsi sotto forma di tosse grassa, naso che cola, sinusite, pesantezza a livello di stomaco e intestino.

La produzione di muco è una strategia del nostro corpo per potersi difendere da infezioni e infiammazioni. Di fatto è quindi utile all’organismo come lubrificante e per trasportare le sostanze che devono essere eliminate verso le vie d’uscita. Tuttavia, quando è in eccesso, questa sostanza rallenta le funzioni intestinali, diminuisce l’assorbimento di sostanze nutritive, crea un ambiente molto favorevole alla proliferazione batterica e, secondo alcuni, è anche coinvolto nelle crisi asmatiche.

Dal punto di vista alimentare zuccheri come il galattosio (che con il glucosio forma il lattosio) e proteine  come la caseina (in particolare la alfa-caseomorfina), contenuta nel latte, sono tra le sostanze (ma non le uniche) utilizzate dal corpo per produrre muco. Ne deduciamo che nella maggior parte dei casi , quando vi sia una eccessiva produzione di muco, possiamo alleggerire lo stato congestizio eliminando, o almeno moderando, le quantità di latticini assunti ai pasti. Semplificando per qualche giorno la dieta, non sovraccarichiamo il corpo, gli permettiamo di rimetterci in forma presto ed evitiamo ricadute.

Lascia un commento