Naturopatia e Yoga

Consulenze personalizzate per il tuo benessere consapevole

Del cereale e del suo buon uso

Quando sta per finire la stagione fredda e ci si avvicina alla primavera si risveglia maggiormente l’attenzione al corpo. Spesso si desidera perdere qualche chilo in più o aiutare il drenaggio dei liquidi. Spesso sento dire che è bene eliminare i carboidrati dall’alimentazione per ottenere questo risultato, ma dal punto di vista della Naturopatia non c’è nulla di più sbagliato. In realtà, tutto dipende dalla qualità dei carboidrati. Il cereale (frumento, riso, mais, orzo, avena, miglio…) dovrebbe essere nella sua forma in chicco e andrebbe consumato integrale (o semi-integrale, per alcuni). Il rivestimento esterno dei chicchi che viene eliminato con…

Linfa e Prana

“Linfa e Prana” è il mio nuovo progetto. Per come si presenta non è altro che un libro. Tuttavia, ha qualche eccezionalità, almeno per me. Intanto, sfruttando qualche capacità delle vite precedenti (cioè di quel che ho imparato lavorando, prima di fare la naturopata), siamo riusciti ad auto-produrci. Massimo rispetto per il difficile compito degli editori, ai quali non voglio rubare il lavoro. Semplicemente, questa volta, ho voluto fare da me e vedere cosa succedeva… nei prossimi mesi lo scoprirò. Quindi per me è, già solo per questo, molto più di un libro.  Per il suo contenuto è un laboratorio:…

Naturopatia questa sconosciuta

Anche se il numero di naturopati è molto aumentato negli ultimi anni e anche se quando si nomina la parola “naturopatia” sono sempre meno le persone che ti guardano sgranando gli occhi, questa disciplina o, meglio, quest’Arte di Vita è ancora sconosciuta nella sua essenza. Molti, l’ho scritto già tante volte, pensano che la naturopatia sia una concorrente della medicina allopatica (quella ufficiale e più diffusa) o che ne rappresenti un’alternativa, mentre non lo è. Proprio un paio di giorni fa mi sono ritrovata a definire la naturopatia alla stregua dell’antica e forse dimenticata economia domestica, quella materia che insegnava…

Vuoi davvero essere felice?

Un volantino, credo di qualche chiesa o setta, con questa scritta, a terra, in metropolitana, la scorsa settimana. È iniziato un lavorio mentale su questa ricerca della felicità che viene usata in tutti i settori: da chi vuole vendere un prodotto (molto spesso), da chi ti vende la fede, da chi ti vuole insegnare cosa ti serve davvero per essere vincente al lavoro. La felicità a tutti i costi. Miraggio del nostro tempo. In epoca romantica ci avrebbero presi per pazzi. Si doveva essere malinconici, sognatori frustrati, in preda alla risacca delle emozioni e le signorine dovevano svenire, essere pallide…

Voglia di dolci. Suggerimenti per non perdere il controllo… e il giro vita!

Nei mesi freddi, le temperature che si abbassano e la diminuzione delle ore di luce portano ad un aumento del consumo di dolci. Se a questo si somma una spesso ridotta attività fisica e, per le donne, l’effetto delle fluttuazioni ormonali, l’inverno porta facilmente con sé un aumento di peso. Non è in sé una cosa negativa, se si tratta di qualche etto che si perderà al ritorno della primavera. Tuttavia lo diventa se l’accumulo riguarda soprattutto l’area dell’addome e il giro vita (un problema che potrebbe nascondere squilibri più importanti come disturbi dei metabolismi e cadiocircolatori). A questo problema…

Digital detox

Di solito si associa a chi si occupa di naturopatia e yoga una totale avversione verso la tecnologia. Non è il mio caso. Non sono una super esperta, tuttavia i nuovi modi di comunicare mi appassionano e pure capire le tecnologie che li supportano. E’ bello poter parlare con persone lontane, immerse in culture diverse (nonostante la globalizzazione, le forme mentali non sono poi così uniformate), sapere come la naturopatia e i rimedi naturali sono proposti e utilizzati in altri paesi. E’ bello fare una conferenza virtuale dove chi è lontano può ascoltarti, chiedere e dire la sua, da casa….

Forza, calma e adattabilità nel cambiamento

Un cereale tipico dell’autunno è l’Avena. Poco conosciuta dagli antichi romani (che preferivano farro e orzo) e molto amata da quei popoli nordici chiamati barbari, abituati al freddo e a condizioni di vita assai meno agiate. Ma dei barbari abbiamo un’immagine di popolazioni forti, resistenti, coraggiose, libere, capaci di adattarsi, sempre in cammino. E l’avena, in effetti, è un cereale che offre quelle qualità e risulta quindi molto utile per facilitare la transizione tra i giorni più caldi e miti dell’estate e i giorni più freddi dell’autunno, quando dobbiamo diventare più forti e resistenti, non solo da un punto di…

Allarme dolore

Il dolore è uno strumento eccezionale voluto dall’evoluzione per avvertirci che c’è qualcosa che non va. È un segnale d’allarme da non sottovalutare e genera uno stato infiammatorio con il quale il corpo cerca di riportare equilibrio in una certa situazione che quell’equilibrio l’ha perso. Un dolore da trauma richiede di rimanere fermi, c’è gonfiore ed edema. In questo riposo forzato il corpo mette in atto le sue strategie di guarigione: attiva il sistema immunitario, la riparazione ecc. Quando il dolore diventa cronico, significa che la strategia del corpo non ha funzionato. Forse non gliene abbiamo dato il tempo, forse…

Sweet dreams

Si parla spesso di avere le energie giuste nella giornata per affrontare tutte le incombenze: energie fisiche e mentali, come concentrazione, focalizzazione, memoria. Ci sono tanti rimedi per il giorno, ma sappiamo che prima di vere una buona giornata dobbiamo trascorrere una buona nottata. Se infatti dormiamo male è difficile essere di buon umore e avere il giusto sprint. Se poi dormiamo male per più notti di seguito il problema è anche più grave. Le cause di un cattivo riposo possono essere tantissime: non riusciamo ad addormentarci per i pensieri della giornata e le preoccupazioni, ci risvegliamo durante la notte…

Trovare la voglia di ricominciare con naturopatia e yoga

Benvenuto settembre! Il mese il cui in ognuno di noi è rimasto l’imprinting, positivo o negativo, che ricomincia la scuola! Nella nostra vita adulta questo significa che ricomincia ufficialmente il quotidiano ritmo di lavoro e impegni. Molti sono sopraffatti dal rientro perché sono indubbiamente tante le cose da gestire e in alcuni casi c’è anche una sensazione di tornare in una dimensione che non piace molto, fatta di costrizioni e obblighi. Spesso non viene dato un tempo che io chiamo di “decompressione” ovvero qualche giorno tra il rientro e l’inizio dell’attività lavorativa, come se si volessero sfruttare tutti gli attimi…