Mese: Aprile 2013

Saper scegliere anche a tavola per stare bene

Guardare, osservare l’armonia, annusare e anche toccare un cibo prima di gustarlo sono gesti a cui non si è abituati, ma che sono invece importanti, perché nutrirsi passa attraverso tutti i sensi. Tra l’altro, capita di trascurare anche il gusto, masticando sommariamente e deglutendo velocemente, poiché troppo spesso i pasti sono consumati di corsa, senza concedersi un attimo. Vale la pena di darsi una possibilità. Ora è giunto il momento! Prima di portare alla bocca una pietanza, possiamo provare a seguire questo percorso: respirare profondamente, osservare quel che c’è nel piatto e sentire quale effetto suscita, annusare (quindi portare al naso, prima che…

Forma e cambiamento: l’insegnamento del cipresso

Conifera sempreverde, il Cipresso è una pianta utilizzata fin dall’antichità. In esso si mescolano e uniscono l’eterno e il caduco, la morte e la vita. Ovidio, nelle Metamorfosi, narra che il suo nome deriva dal giovane Ciparisso, il quale, avendo ucciso un cervo a cui era molto affezionato, decise di togliersi la vita. Venne trasformato dagli dei in albero, perennemente in lutto e vicino a quanti soffrono per la perdita di un caro. Divenne un Cipresso. Ancora oggi, queste piante si trovano spesso vicino ai cimiteri, testimoni del ricordo, con le loro chiome serie e rivolte al cielo. Ma morte e vita…